Un abito nuovo da un abito vecchio per Cenerentola

 

C’era una volta una giovane fanciulla che tutti chiamavano Cenerentola, costretta a vivere in schiavitù con la moglie del povero padre defunto e le due sorellastre. Un giorno arriva in città la notizia di un ballo a corte, dove il principe avrebbe scelto la sua futura sposa. Come poteva partecipare la povera ragazza, schernita da matrigna e sorellastre, senza nemmeno un bel vestito da indossare? Durante la notte, dei topini laboriosi, che vivevano in soffitta con la ragazza, con ago e filo iniziarono a creare un abito da sogno, partendo da vecchi abiti, pezzi di stoffe, bottoni e ricami trovati qua e là. Grazie al riciclo di abiti usati Cenerentola ha avuto il suo vestito per il ballo, ancora più bello e più ricco degli altri. Ciò che l’ha resa unica, ciò che l’ha resa una vera principessa è l’aver saputo indossare con orgoglio un abito riciclato.

 

Sapevate che l’industria della moda è la seconda più inquinante dopo quella petrolifera? Ogni anno, genera emissioni di anidride carbonica pari a quasi 200 milioni di tonnellate: più del traffico aereo e marittimo internazionale sommato insieme. Parallelamente, oltre 500 miliardi di euro vengono persi a causa del mancato riciclo degli abiti. Solo l’1% dei capi gettati via vengono riutilizzati.

Impariamo a fare uno shopping sostenibile partendo da qualche semplice consiglio: 

  • Guardate l’etichetta e scegliete tessuti naturali. I materiali sintetici come il poliestere a ogni lavaggio rilasciano microplastiche invisibili ma molto dannose per gli oceani.
  • Lavate i capi solo se realmente necessario, per non usurarli e non sprecare acqua ed energia.
  • Ricordate di avviare la lavatrice solo quando è piena. 
  • Fate vivere i vostri capi più a lungo, rammendando eventuali buchini o strappi, senza gettare via il capo al primo problema. 
  • Non gettate mai i vestiti nella spazzatura, ma smaltiteli negli appositi punti di raccolta sparsi in città, regalateli a chi ne ha bisogno oppure approfittate dei programmi di raccolta dei grandi marchi che li riporteranno a nuova vita.