it Italiano
en Englishit Italiano

Il potere antiossidante dello zafferano

1.04.2019
|

Il potere antiossidante dello zafferano

 

Se dici “zafferano” ti viene subito in mente un appetitoso risotto, ma la realtà è ancora più intrigante! Cresce in Italia, una varietà davvero speciale di zafferano rosso, lo Zafferano Dell’Aquila Dop dalle svariate proprietà. È ricco di crocina, carotenoide (un potente antiossidante), minerali e vitamine che aiutano a prevenire l’invecchiamento della pelle. Due imprenditori aquilani, Fiorella Bafile ed il figlio Matteo Ioannucci, hanno fondato l’azienda Tindora Cosmetics. È loro l’esclusiva di questo preziosissimo zafferano, che chiamano oro rosso. Un progetto beauty, attivo anche sul sociale, infatti, parte del ricavato delle vendite verrà impiegato per finanziare l’acquisto di bulbi di zafferano che la Cooperativa Altopiano di Navelli fornirà come prestito d’onore ai giovani produttori che vorranno avviare nuove coltivazioni di oro rosso nell’area di Dop dell’Aquila. Secondo il noto farmacista Marco Metalla: “Lo zafferano è una sostanza importantissima, un estratto vegetale che anche dal punto di vista farmacologico ha la sua rilevanza, ci sono studi che mettono in evidenza capacità antidepressive e di modulazione dell’umore, in grado di regolare addirittura i meccanismi della fame, legati all’ipotalamo e all’ipofisi. È un prodotto ricchissimo di antiossidanti e di sostanze attive, sia a livello orale che a livello cutaneo”.

Abbiamo conosciuto Tindora Cosmetics in occasione di Cosmoprof 2019. La nostra, una vera e propria spedizione alla ricerca di nuovi prodotti esclusivi con ingredienti naturali e da agricoltura biologica. Esposta allo stand di Tindora, la Collezione Zafferano, una linea di skincare dalle proprietà rivitalizzanti e antiossidanti, il cui ingrediente protagonista è il pistillo di zafferano. Tutti i prodotti Tindora Cosmetics hanno certificazione Aiab (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica). Rispetto agli altri prodotti a base di zafferano, la particolare varietà di Tindora Cosmetics ha una più elevata concentrazione di crocina (la molecola di carotenoide che contrasta la formazione di radicali liberi.

Il nostro Presidente, Barbara Molinario, ha incontrato i fondatori dell’azienda nel corso dell’evento di Bologna.

Come nasce Tindora?

Luca Ioannucci: Il sisma del 2009 ha portato gravi difficoltà, sia sociali che economiche, al nostro paese. Per aiutare la nostra città abbiamo creato questa linea la cui caratteristica è esaltare l’oro rosso, ovvero una delle più importanti varietà di zafferano a livello mondiale, lo zafferano dell’Aquila Dop; e non solo a livello culinario. Le caratteristiche organolettiche, o della pianta officinale, lo rendono unico. Contiene, infatti, antiossidanti come i carotenoidi. Lo zafferano combatte i radicali liberi.

Quali sono le proprietà dello zafferano?

Fiorella Bafile: È antiossidante, rivitalizzante e veicolante per tutti gli altri ingredienti che abbiamo inserito nel prodotto, come l’acido ialuronico per esempio. Il nostro è un mix di prodotti bio e naturali con certificazione AIA. È importante sottolineare che noi siamo l’unica azienda ad avere l’esclusiva sullo zafferano dell’Aquila Dop. In cambio, sentiamo l’esigenza di valorizzare il nostro territorio. Abbiamo partecipato ad un investimento il cui scopo è acquistare bulbi ed incentivare i giovani a creare delle start-up per coltivare lo zafferano.

Dove si possono trovare questi prodotti?

Luca Ioannucci: La linea è appena uscita ed è disponibile sul nostro e-commerce. Fiorella Basile: Nel prossimo futuro, abbiamo in mente di posizionarlo in un mercato di nicchia, quindi sarà reperibile presso profumerie selezionate, farmacie di alto livello, SPA ed hotel a cinque stelle.

Si tratta dunque di un prodotto “per pochi”…

Luca Ioannucci: Si, un prodotto riservato. La quantità di zafferano è poca e non consente una vasta produzione. In media si aggira attorno ai venti chili l’anno.

Da dove deriva il nome Tindora

Luca Ioannucci: I pistilli di zafferano, in antichità, venivano usati dalla regina d’Egitto, Cleopatra, per indorare la pelle. Da qui il nome Tindora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *