it Italiano
en Englishit Italiano

Un uccellino che resiste alla bufera è il soggetto della foto più bella del National Geographic Italia

13.02.2019
|

Un uccellino che resiste alla bufera è il soggetto della foto più bella del National Geographic Italia

 

Non è necessario andare tanto lontani per realizzare un grande scatto. È successo al fotografo David Francescangeli, che ha vinto l’annuale concorso fotografico del National Geographic Italia per la categoria “Mondo Animale”, con un’immagine scattata nel giardino di casa sua, a Terni.

Lui è un fotografo amatoriale che ha saputo cogliere un momento, uno squarcio di quotidianità che ispira tenerezza e, nel contempo, forza. È il Febbraio 2018, ed una bufera di neve costringe Francescangeli a rimanere a casa dal lavoro. Ed è lì, proprio sotto i suoi occhi, che un uccellino coraggioso, un verdone comune, sfida il maltempo e resiste alla tempesta.

Una foto densa di significato, poiché simbolo di una natura che vuole resistere anche dinnanzi all’attuale situazione ambientale. Una natura più grande di noi, benevola ma anche violenta e selvaggia. Commenta Francescangeli: “La foto trasmette l’estrema forza della natura e la lotta dell’uccellino per la sopravvivenza in condizioni limite. Contro vento con gli occhi semichiusi che sta lì piantato a terra per non farsi portare via. Chiunque di noi, di fronte alla natura, alla sua forza e alla sua bellezza, è un essere piccolo. Possiamo solo fare di tutto per rispettarla e non essere travolti”. L’immagine è stata scattata con una Canon 5d Mark 3, con una lente 500mm f4. Continua Francesangeli: “Erano circa le 8 e di fronte a casa vedevo alcuni uccellini che cercavano riparo, le cince sugli alberi e i fringillidi a terra, impossibilitati a volare. Mi sono sdraiato a terra sulla neve nascondendomi dietro allo zaino, ho fatto uscire lateralmente la lente del teleobiettivo e ho inquadrato il verdone”.

La foto è stata selezionata fra circa 20.000 proposte. La motivazione di National Geographic Italia: “La foto trasmette l’estrema forza della natura e la lotta dell’uccellino per la sopravvivenza in condizioni limite. Contro vento e con occhi semichiusi che sta lì piantato a terra per non farsi portare via. Chiunque di noi, di fronte alla natura, alla sua forza e alla sua bellezza, è un essere piccolo. Possiamo solo fare di tutto per rispettarla e non essere travolti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *