it Italiano
en Englishit Italiano

Una città pulita? Si può fare! Economia Circolare a Tivoli

22.01.2019
|

Una città pulita? Si può fare! Economia Circolare a Tivoli

 

Tivoli dice addio a cassonetti sparsi per le strade. L’azienda pubblica ASA Tivoli Spa, diretta dal 2014 dall’Ingegnere Ambientale Francesco Girardi ne ha pianificato il progresso per quanto concerne il settore ambientale.

Un piccolo salto temporale: quattro anni fa, i rifiuti indifferenziati invadevano le strade cittadine a causa della chiusura della discarica dell’Inviolata che non permetteva l’avvio della raccolta indifferenziata sul territorio, mentre la municipalizzata si trovava sull’orlo del fallimento. Una situazione difficile, dove il comune era costretto a raccogliere rifiuti cittadini dei comuni limitrofi che rifuggivano le regole della differenziata. Addirittura, rifiuti elettrici ed elettronici venivano smaltiti con incedi tossici dai Rom dell’area di Stacchini. Il grande recupero è avvenuto gradualmente, superando incertezze e scetticismi. Per l’avvio della raccolta differenziata vi è stato il supporto di svariate iniziative quali Tivoli Miniera Urbana per la raccolta dei RAEE, ECObimbi che distribuisce gratuitamente alle neomamme pannolini lavabili, Ricattolo e Raccolio.

Il vero salto nell’era dell’economia circolare si è raggiunto il 19 Gennaio, con il compostaggio domestico e quello di comunità affiancati dalle Biocelle aerobiche che sono state integrate al sistema di raccolta. Tramite queste Biocelle i rifiuti umidi possono essere trasformati in concime. Nelle parole dell’Ing. Girardi: “Per Tivoli la raccolta differenziata ha rappresentato, da un lato, la salvezza dalle discariche e dagli inceneritori , dall’ altro è stata avviata e condotta come un mezzo, più che un mero fine, per coinvolgere 60.000 utenti nella chiusura del ciclo economico : quello rappresentato dal Recupero della materia dei rifiuti”.

Generati nuovi posti di lavoro (il 30% in più) ed investiti dei capitali per nuovi macchinari elettrici e per il recupero dell’organico raccolto porta a porta. Numeri record: la differenziata è aumentata, in quattro anni, del 73%, la Tari calata del 20% ed un primato nazionale per raccolta RAEE di 5,42 kg pro capite/anno. Non solo: con tali risparmi, si investe in nuove attività quali Ecostazioni, Compostiere, Biocelle Aereobiche.

La prima Ecostazione è collocata nel quartiere di Braschi. Le successive dieci istallazioni, verranno posizionate in Febbraio per essere operative nel mese di Marzo 2019. Le Ecostazioni integreranno il sistema porta a porta, con un calendario e precisi orari di riferimento. Gli utenti conferiranno una specifica tipologia di rifiuti recandosi nell’Ecostazione nel corso del giorno pre stabilito. La Compostiera consentirà ai residenti nel raggio di un km di conferire l’umido, in cambio di sconti tariffari e del compost prodotto. Le Biocelle Aerobiche raccolgono i rifiuti umidi provenienti dalle attività ristorative. In questo modo, l’umido viene trasformato in compost, senza dispersione di cattivi odori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *