it Italiano
en Englishit Italiano

Un’Italia di design e turismo

11.10.2018
|

Un’Italia di design e turismo

 

Lo scorso 3 Ottobre si è svolto il convegno “Hotel Reloaded” organizzato da FederlegnoArredo e Confindustria Alberghi. Focus principale: turismo e design. Il primo rappresenta oltre il 13% del PIL nazionale, mentre la filiera del legno ha un valore di 41,4 mld. I due elementi si combinano per offrire al turista un’esperienza di comfort unita al design Made in Italy. È stato stimato che dal 2014 a oggi il Tax Credit ha effettuato investimenti per oltre 1,14 miliardi di euro, il cui 33,3% è stato indirizzato all’acquisto di arredi e complementi.

Ad intervenire è il Sen. Gian Marco Centinaio, Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali e del turismo: “Occorrerà mettere in atto un’azione sinergica tra il settore del design e quello delle strutture ricettive perché chi soggiorna nei nostri alberghi è alla ricerca di esperienze in grado di riempire il bagaglio di ricordi che porterà con sé. L’hospitality, infatti, è tra i primi servizi che il turista sperimenta quando arriva nel nostro Paese e attraverso il quale approfondisce, soprattutto, la conoscenza del Made in Italy”.

 

Il Ministro ha anche sottolineato come il rinnovo del Tax Credit sia un’importante opportunità per le nostre imprese, oltre che un contributo fondamentale per riqualificare la nostra ricettività alberghiera. L’Italia è il gioiello del mediterraneo ed ogni anno attira turisti da tutto il globo, incantanti dalla sua prestigiosa arte, dall’ottimo cibo, dal clima e dalla natura. Per questo motivo è di cruciale importanza essere in grado di accogliere al meglio tutti i nostri visitatori, offrendo loro un’esperienza indimenticabile che inviti il turista a tornare.

 

Prende parola anche Giorgio Palmucci, Presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi: “Quello che dobbiamo fare noi albergatori è continuare ad investire e fare in modo che i nostri alberghi siano in grado di soddisfare le aspettative e le esigenze del turista contemporaneo, che è completamente diverso da quello degli anni ’50 o ’60. […] Il Tax Credit è uno strumento fondamentale per il ruolo di supporto e stimolo alla riqualificazione ed all’innovazione del settore. Le aziende alberghiere, infatti, operano in un contesto di mercato di grande crescita con una domanda, specialmente quella internazionale, attenta ad un’offerta alberghiera capace di fornire stimoli, emozioni che arricchiscono e completano l’esperienza di viaggio. Il nostro design, una delle eccellenze del made in Italy, è per l’hôtellerie una chiave assoluta di successo per raggiungere questi risultati. Per questo, come operatori, abbiamo registrato con grande soddisfazione, la volontà espressa oggi dal Ministro Centinaio di voler riconfermare, e noi speriamo anche potenziare, il Tax Credit per il settore alberghiero”.

 

È stato stimato che dal 2014 ad oggi, le domande di accesso al Tax Credit sono aumentate, in media, del 15% l’anno. L’Italia può guadagnare posizioni nelle classifiche del turismo mondiale facendo leva sull’arredo e sul design Made In Italy. Settori che da sempre ci contraddistinguono per qualità, ricerca e unicità.

 

Secondo il Ministro, il turismo è emozione, felicità, bellezza. È altresì vero, però, che dietro tutte queste emozioni ci sono una serie di uomini e donne, ovvero gli operatori del settore, che devono fare programmazione, rendendo ciascuna vacanza unica e indimenticabile: “Penso che l’obiettivo che abbiamo in questo momento come ministero sia quello di permettere agli imprenditori del settore di essere sempre più consapevoli e di poter programmare il più possibile. Programmare gli alberghi migliori al mondo, programmare dove comunicare, dove poter fare la programmazione e via dicendo […] Lo stato, in Italia, nel settore turismo, è molto oppressore e poco accompagnatore”.

La soluzione, dunque, non è massacrare di tasse il settore turismo, ma intraprendere un percorso insieme in modo da poterne beneficiare tutti: dallo stato, agli imprenditori, al turista.

 

Nel corso della mattinata, Livia Peraldo Matton, direttore di Elle Decor Italia, ha intervistato Arnaldo Aiolfi di Club Med e Sofia Gioia Vedani di Planetaria Hotels. Elle Decor Italia riporta, da sempre, l’evoluzione dell’abitare e del lifestyle, prestando particolare attenzione anche il settore alberghiero, quale terreno di sperimentazione di nuovi concept abitativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *