it Italiano
en Englishit Italiano

Il Festival Ecofuturo arriva a Padova

19.07.2018
|

Il Festival Ecofuturo arriva a Padova

 

Riunirsi a favore di un futuro ecosostenibile: questo lo scopo di Ecofuturo, un festival dedicato alla tecnologia etica. Un luogo di confronto per connettere fra loro tutti quegli inventori, economisti, imprenditori, ricercatori e pensatori che pensano in verde per il domani. Eco innovazione significa risparmiare energia, materia, suolo, foreste e biodiversità. Produrre energie e materie rinnovabili che rispettino l’ambiente ed il clima.

 

Il Festival si svolgerà a Padova, dal 18 al 22 Agosto.

La prima giornata è stata inaugurata ieri, con la presenza dell’Europarlamentare Dario Tamburrano e dell’Assessore all’ambiente del Comune di Padova Chiara Gallani. Questa prima sessione ha avuto come tema quello della coltivazione, in particolare, sulla visione di un futuro senza pesticidi e fertilizzanti di sintesi. Il secondo appuntamento, quello pomeridiano, pone l’attenzione su tutte quelle agricolture delle “piante perdute” e dei grani antichi. Focus sulla canapicoltura in Italia, la pura seta italiana, i grani antichi e i grani “futuri” ed i sistemi di analisi del biologico. Si è parlato anche di cannabis a scopo terapeutico con gli interventi del Dott. Nunzio Santalucia, medico tossicologo, del farmacista Edoardo Alfinito e dell’agronomo Dott. Gianpaolo Grassi. In serata, l’esibizione della band Riciclato Circo Musicale, quattro musicisti il cui tratto distintivo è quello di suonare strumenti costruiti con materiali di recupero; come la Cassettarra, una chitarra realizzata con un vecchio cassetto ed un manico di chitarra, o ancora, il Bassolardo, ovvero un basso elettrico costruito utilizzando un vecchio battilardo.

 

Temi della seconda giornata sono il recupero ed il riutilizzo della CO2 in terra e la riduzione della CO2 in cielo. La sessione è condotta da Davide Sabbadin di Legambiente Veneto. Si parla dei sistemi di recupero e riuso industriale della CO2, di quanta se ne può recuperare dalla produzione geotermica a ciclo flash mondiale. Ed ancora, del fotovoltaico e della stampa 3D. Le sessioni pomeridiane riguardano la casa ecosicura ad energia zero, nonché la presentazione del libro “Ecologia del Desiderio” di Antonio Cianciullo. Lo spettacolo serale è invece quello teatrale di Michele Dotti, dal titolo “Siam mica qui a farci salvare dai panda. L’ecologia come opportunità di benessere per tutti”.

 

La mattina del 20 Luglio, Venerdì, avrà fra i suoi temi “Ecoriconvertire non rottamare” dove si discuterà di diesel a biometano, biometano agricolo e trasformazione in bio-gnl, del caso del termovalorizzatore di Case Passerini, del retrofit elettrico per le vecchie auto e di come produrre e riprodurre l’acciaio senza inquinare. Si parla di energia 100% rinnovabile, invece, nella sessione pomeridiana con temi quali il fotovoltaico e gli Storage, le nuove soluzioni di accumulo fra batteria e fuel-cell e le comunità energetiche rinnovabili. Durante l’aperilibro verrà presentato il nuovo volume di Roberto Cavallo “La bibbia dell’ecologia”. In serata verrà proiettato il film “La Terza Rivoluzione Industriale” di Jeremy Rifkin, a cui seguirà l’esibizione dei SEEDS-I play with Mozart, una formazione musicale che oltre a presentare la propria musica, parlerà del viaggio durante il quale hanno ripercorso la rotta balcanica al contrario, dall’Italia alla Grecia, portando arte e musica ai migranti bloccati nei campi profughi.

 

“Spolveriamoci: teleriscaldamento e teleraffrescamento” è il tema della sessione mattutina di Sabato 21 Luglio. Si discute del progetto di teleriscaldamento di Montecatini Terme con il Geologo Marco De Martin Mazzalon, di geotermia dei cicli binari ad emissioni zero, di teleriscaldamento sociale e della tecnologia degli scambiatori in pozzo. La sessione pomeridiana è incentrata su neostrade, disinquinanti marini, dragaggi, bonifiche e rinnovabili. Nel tardo pomeriggio verrà trattato il cruciale argomento riguardante i problemi di fertilità legati all’inquinamento. Aperilibro presenterà il volume “68: c’era una volta la rivoluzione” di Sergio Parini e Jacopo Fo. Quest’ultimo, durante la serata, presenterà anche il suo spettacolo teatrale “Calzini sul comò”.

 

Il festival si chiuderà Domenica 22 Luglio con una sessione dedicata alla riforma della mobilità. Verrà eposto il progetto di Greenspider “Smart Sharing – New Horizon 2020” e si potrà assistere al collegamento via Skype con il team Onda Solare che, a bordo del veicolo solare Emilia 4, sta partecipando all’American Solar Challenge dal Nebraska all’Oregon. Il pomeriggio sarà dedicato ai più piccolo con la grande Caccia al Tesoro Ecologica al Parco Fenice, a cui farà seguito lo spettacolo del ventriloquo, burattinaio e attore Dante Cigarini.

 

Per tutta la durata del festival, saranno allestiti spazi con prodotti BIO quali grani antichi, farro, canapa, vino, lino e verdure dagli orti bioattivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *