it Italiano
en Englishit Italiano

“Sì! Un viaggio nella moda italiana”, la sfilata solidale contro la violenza sulle donne

13.03.2018
|
sfilata solidale

“Sì! Un viaggio nella moda italiana”, la sfilata solidale contro la violenza sulle donne

 

Si terrà mercoledì 14 marzo alle ore 20:30, presso la Cappella Farnese sita nel palazzo comunale di Bologna, la sfilata solidale contro la violenza sulle donne voluta dalla società bolognese Day Gruppo UP e il Centro antiviolenza Marie Anne Erize.

 

A sfilare in passerella saranno non le solite modelle, ma alcune dipendenti del Day Gruppo Up. Indosseranno gli splendidi abiti da sposa donati in questi mesi al Centro Marie Anne Erize e restaurati, all’interno della Sartoria Solidale, da un gruppo di donne vittime di violenza a cui è stato insegnato come riportare all’antico splendore questo tipo di abiti così preziosi.

 

Grazie al progetto di Sartoria Solidale del Centro antiviolenza Marie Anne Erize, nato con il contributo della Fondazione Up, viene fornita alle vittime di violenze l’opportunità di un lavoro, così da rendersi indipendenti per poter svincolare da situazioni a rischio per sé stesse e per i loro figli.

Day Gruppo Up sostiene da anni realtà impegnate nell’aiuto verso le donne in difficoltà.

 

Marc Buisson, Presidente e AD di Day Gruppo Up, ha messo in risalto l’impegno profuso nei confronti della lotta agli stereotipi di genere e alla violenza.

Sono molto contento di far conoscere a Bologna lo straordinario impegno quotidiano del Centro Marie Anne Erize a favore delle donne vittime di violenza. Da tempo sosteniamo le loro iniziative: Day, sensibile al tema dei diritti delle donne, ha aiutato il Centro a organizzare eventi importanti, come, ad esempio, la sfilata “Le Spose di Marie Anne” al MAXXI di Roma dello scorso luglio. Rispetto e parità di diritti sono nel dna di Day e del gruppo UP, la nostra casa madre francese. In Day, infatti, il 70% dei dipendenti è di genere femminile, con ruoli rilevanti a carattere direzionale”.

Sì! Un viaggio nella moda italiana – Abiti da sposa dal 1953 ad oggi” è un evento unico nel suo genere. Un’iniziativa che arriva dritta al cuore, in cui, per la prima volta, abiti meravigliosi non sono solo oggetto del desiderio femminile, ma simbolo della rinascita femminile: rifioriscono dalle proprie ceneri, proprio come le donne che li hanno restaurati.

 

Hanno collaborato alla realizzazione dell’evento anche il Comune di Bologna insieme all’Accademia delle Belle Arti di Bologna, che vedrà la partecipazione dell’insegnante di Fashion Design, Rossella Piergallini, e dei suoi studenti che presenteranno tre modelli ispirati al Centro Marie Anne Erize e confezionati appositamente per l’occasione.

Lo stilista Franco Ciambella ha donato per l’occasione un abito della collezione “Via Veneto” e l’artista Francesco Maria Gallo accompagnerà la sfilata dal vivo con la musica “Regina Greca”.

 

Significativa la partecipazione, alla sfilata solidale, de La Casa delle Donne di Bologna, che ha aiutato il Centro antiviolenza e Day Gruppo Up a realizzare questo evento: un segno della collaborazione tra due realtà di città diverse ma con le stesse finalità.

Non possiamo che augurarci di poter assistere nuovamente, e magari più di frequente, ad iniziative di questo genere.

La moda solidale è una moda che ci piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *