it Italiano
en Englishit Italiano

Economia Circolare: benefici sociali, economici ed ambientali

CONAI

Economia Circolare: benefici sociali, economici ed ambientali

 

 

Il CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) è il promotore italiano di un’economia circolare concreta, che fonda i suoi principi sulla valorizzazione e l’avvio al riciclo dei rifiuti di imballaggio ormai da vent’anni. 

L’economia circolare si fonda principalmente su un modello che considera i rifiuti vere e proprie materie prime. Il lavoro del CONAI concretizza la politica della Commissione Europea che promuove il riciclaggio negli Stati membri tramite strumenti di prevenzione, design ecosostenibile e recupero dei materiali. 

Il sistema di approccio del CONAI e Consorzi si basa sul rispetto del principio di responsabilità condivisa tra Comuni, Cittadini e Imprese, prevedendo il recupero di rifiuti e raccolta differenziata. Tutti i comuni che aderiscono al Sistema Consortile potranno ricevere corrispettivi economici sulla base della quantità e qualità della raccolta differenziata sui propri territori. 

In questi 20 anni di servizio, CONAI e i Consorzi di Filiera hanno avviato a riciclo più di 50 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggi, evitando l’emissione in atmosfera di 40 milioni di tonnellate di CO2.

Dal punto di vista economico, invece il riciclo gestito da CONAI e dai Consorzi di Filiera ha generato nel 2016 benefici per 901 milioni di euro. Il riciclo de rifiuti di imballaggio ha permesso il risparmio (solo nel 2016) di 19 TWh di energia, paragonate al consumo di 11 centrali termoelettriche, contribuendo a rendere florido un settore che vanta 6.000 imprese

L’impegno del CONAI per lo sviluppo dell’economia circolare trova concretezza inoltre nella diversificazione del contributo ambientale per gli imballaggi in plastica, deliberata dal Consigli di Amministrazione, e che entrerà in vigore dal 1° gennaio

Questa importante riforma ha permesso la modulazione del contributo versato dalle imprese per garantire il fine vita degli imballaggi sulla base di alcuni parametri legati alla riciclabilità dei rifiuti, premiando a livello economico la produzione di imballaggi eco-sostenibili

 

Se volete saperne di più, ecco a voi l’intervista ad Antonio Ciaffone dell’Area Riciclo e Recupero: 

Editor: Francesca Giannunzio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *