it Italiano
en Englishit Italiano

La soluzione per la celiachia da una Start-up italiana

28.08.2017
|

La soluzione per la celiachia da una Start-up italiana

 

Sembra accendersi una nuova speranza per chi soffre di intolleranza al glutine (celiachia)! Negli ultimi anni sebbene sia mancato il necessario approccio volto alla detossificazione delle proteine legate al glutine, in un futuro sembra che questo processo potrà diventare più ampio e semplice. Permettendo quindi a tutti di poter mangiare alimenti provenienti dalle farine. 

Una Start Up italiana sta mettendo a punto nuovi tipi di farine con le stesse caratteristiche delle farine classiche, con la differenza che le possono utilizzare tutti. In queste il glutine non viene eliminato ma semplicemente trattato. 

La New Gluten World  ha infatti studiato un sistema low cost per definire il processo volto ad eliminare l’intossicazione dovute alle proteine del glutine. Il grano si rende innocuo per il consumatore celiaco.

Si tratterebbe di una soluzione tecnologica di minimo impatto che utilizzerebbe soltanto calore ed acqua e che eliminerebbe le proteine grazie ad un processo chimico-fisico a basso costo. L’intervento avrebbe un impatto ambientale davvero basso e sarebbe di invadenza irrilevante, questo inoltre non altererebbe i valori nutrizionali del cereale o dei suoi enzimi, non impiegherebbe poi sostanze chimiche.

Con il processo gluten friendly messo a punto per mano della dottoressa Carmela Lamacchia, si riconciliano le molte proprietà tecnologiche e anche nutrizionali del frumento con la sicurezza alimentare di cui hanno bisogno i potenziali consumatori colpiti da celiachia.

Con questo processo, tutti i celiaci potranno tornare a mangiare frumenti e farinacei, riacquistando anche un benessere fisico e psicologico e, perché no, anche economico.

Il processo tecnico in caso non vi foste chiaro seguirebbe un regime di esposizione ad alte temperature, secondo parametri brevettati di tempo, umidità, e asciugatura. 

 

Editor:Michael Singleton

Come visto su Fashion News Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*Errore nel compilare il campo