it Italiano
en Englishit Italiano

Tiziano Guardini e l'esposizione dell'abito scultura dell’Organic Haute Couture

9.05.2017
|

All’interno del Forum Internazionale “La città del Futuro” sarà esposta un’istallazione di un abito scultura della collezione “ORGANIC HAUTE COUTURE” del giovane e talentuoso fashion designer Tiziano Guardini, che unisce l’amore e la tradizione dell’alta moda con il ricamo di materiali naturali: in questo caso sono state scelte radici di liquirizia.

 

L’abito è stato esposto per la prima volta nel 2014 alle Nazioni Unite, all’interno dell’evento Fashion for forest – Forest for fashion.

Mentre Tiziano Guardini è stato più volte recensito dalla stampa specialistica quale NY Times, Vogue, Interview e il Corriere della Sera, che lo ha definito “lo stilista della natura”.

 

Nato a Roma, negli anno ’80, lo stilista fin da bambino è stato affascinato dal mondo della moda e decise di intraprendere in età adulta il suo percorso di studi all’Accademia Koefia di Roma.

Dopo aver conseguito il titolo di stilista di moda e il master in responsabile del prodotto, inizia varie collaborazioni in uffici stile di vari atelier romani, seguendo la scelta di affiancare alcune aziende di PAP e di accessori.

 

Tiziano disegna una donna in perfetta armonia con la madre Terra, quella Terra che l’ha generata e vestita, impreziosendola con tessuti e accessori meravigliosi proprio perché mantenuti nella loro origine, ma sapientemente adattati ad enfatizzare la bellezza e l’armonia femminile, una donna saggia e naturale che di proietta nel contesto urbano conservando quello sguardo genuino e disincantato.

 

La sopravvivenza dell’uomo è legata al recupero del rapporto con la natura, bistrattata e violentata, natura che ha invece accompagnato e favorito lo sviluppo evolutivo della specie umana.

Occorre uno sguardo diverso, ed in questo Tiziano Guardini è certamente antesignano e assolutamente contemporaneo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*Errore nel compilare il campo